Immagine

Progetti

SERVIZIO TAXI SOCIALE

Il Servizio nato nel 2011 ha l’obiettivo di estendere l'utilizzo del mezzo in concessione all'Associazione Traumi “Casa Azzurra” al fine di integrare le attuali disponibilità presenti sul territorio creando un sistema di trasporti dedicati a beneficio delle fasce deboli con accompagnamenti per persone anziane e/o con problemi di mobilità residenti a Corcagnano e nelle frazioni limitrofe.

Il Servizio è rivolto a:

  • anziani autosufficienti e con parziale riduzione di autonomie per il raggiungimento di presidi sanitari e/o per il disbrigo di pratiche di accertata utilità sociale
  • persone con handicap con parziale riduzione di autonomie per il raggiungimento di presidi sanitari e/o per il disbrigo di pratiche di accertata utilità sociale.

Il Servizio è a offerta.

Per informazioni rivolgersi al 0521 637146.


BIBLIOTECA "Non solo libri ... lavoro e integrazione"

L'idea è nata dal desiderio di ricercare un’attività da svolgere nel Centro per dare la possibilità agli utenti di tornare ad avere un ruolo attivo nella società. Da qui l’idea di aprire una BIBLIOTECA gestita dagli utenti del Centro, con il ruolo di gestori dell’iniziativa in collaborazione con volontari del Paese, con il ruolo di supervisori alla gestione con l’obiettivo di fare comunione nella comunità.

Gli obiettivi del progetto sono:

  • Gestire una piccola attività
  • Fornire un servizio al territorio
  • Aumentare l’integrazione
  • Favorire l’autostima
  • Riacquistare un ruolo attivo nella società

Con la realizzazione del progetto abbiamo potuto fornire al territorio un servizio fino ad ora inesistente e un occupazione in borsa lavoro per un utente del Centro.

Il progetto è rivolto a tutta la cittadinanza.


IL PROGETTO PREVENZIONE STRADALE

Il nostro progetto è rivolto ai ragazzi delle scuole (medie superiori) età in cui gli stessi si apprestano a guidare mezzi su due e quattro ruote, per ridurre i fattori di rischio e l’atteggiamento fatalistico troppo spesso causa di incidenti stradali. Questo progetto prevede un incontro dove vengono affrontate varie tematiche da figure professionali qualificate che analizzano i temi legati al trauma cranico e alla conseguente riabilitazione, sottolineando l’importanza della prevenzione dei fattori di rischio e coinvolgendo i ragazzi in prima persona facendoli riflettere sulla loro percezione del rischio.

FATTORI DI RISCHIO

La guida di un veicolo è un compito assai complesso centrata sulla integrazione di tre elementi principali: Uomo-Ambiente-Veicolo(UAV) La sicurezza di guida si realizza quando questa interazione dinamica si mantiene entro limiti di bilanciamento, determinati in gran parte, momento per momento, da opportune azioni-reazioni del conducente. Un elemento che gioca in maniera decisiva nel far sì che il sistema UAV non vada fuori controllo è certamente la corretta percezione dei possibili rischi da parte di chi sta guidando. Nella pratica accade spesso, in relazione alle problematiche di sicurezza stradale, che la percezione del rischio sia assente o distorta, e non ci si rende conto di cosa effettivamente si debba temere.

Diversi studi hanno evidenziato che il 60 per cento degli incidenti sono dovuti a fattori umani, 30 per cento a fattori ambientali e il 10 per cento a fattori legati al veicolo.

I fattori umani possono essere assai diversi, comprendono aggressività, disadattamento sociale, uso inappropriato di alcool, farmaci, droghe,stress, affaticamento…Oltre a queste cause, legate allo stato del guidatore , un cattivo uso dei dispositivi di sicurezza: il casco, cintura di sicurezza, seggiolini per bambini, airbag; e in aumento gli incidenti causati dall’uso del cellulare al volante.

STRUTTURA DEL PROGETTO

Figure professionali coinvolte nel progetto:

  • COORDINATORE STRUTTURA
  • EDUCATORE
  • LOGOPEDISTA
  • FISIOTERAPISTA

ARGOMENTI TRATTATI:

  1. Che cos’è Associazione Traumi?Di che cosa si occupa?
  2. Che cosa è Casa Azzurra? A chi è rivolta? Quali attività?
  3. Che cosa è l’Epidemia Silenziosa? (Statistiche, cause).
    Metodi di prevenzione (sottolinearne l’importanza con esempi pratici).
    Percezione del rischio nei ragazzi
    Funzionamento del S.N.C. Specificità dei danni dovuti al trauma cranico.
    (danni frontali e prefrontali).
  4. Riabilitazione linguistico-cognitiva

OBIETTIVI

  • Sensibilizzare i ragazzi al tema "Trauma Cranico",
  • Fornire gli strumenti necessari alla prevenzione,
  • Formazione sulle conseguenze psico/fisiche dovuto ad un incidente stradale e il conseguente reinserimento sociale.

PROGETTO RESIDENZA

"RI-COMINCIO DA ME"

Il progetto nasce dall’osservazione, in questi anni di esperienza diretta, di come si possano modificare i rapporti familiari di persone che hanno subito un trauma cranico.

A volte, purtroppo, non è possibile attingere a risorse interne al gruppo familiare, in quanto spesso le situazioni si modificano nel corso degli anni, sia per la complessità che i rapporti assumono dopo il trauma, sia per le elevate richieste di energie e di attenzione che il traumatizzato spesso necessita di avere.

Ciò che riteniamo quindi utile è la progettazione di una soluzione abitativa concepita come un ambiente casalingo e familiare nel quale sia possibile conciliare concetti quali famigliarità, senso di appartenenza, condivisione, ascolto, accoglienza, competenza e professionalità, tenendo conto del benessere personale, del potenziamento dell'autoderterminazione e della qualità di vita.

VALORE AGGIUNTO

Il valore aggiunto della realizzazione di questo progetto è da ricercarsi nella possibile continuità offerta agli utenti tra la quotidianità vissuta a Casa Azzurra e la serenità domestica ritrovata in questa soluzione abitativa.

OBIETTIVI

  • Assicurare un’accoglienza qualificata, attraverso la presa in carico dell’utente in un ambiente protetto e competente in grado di sostenere la persona e di rispondere al suo bisogno
  • Favorire le condizioni di socializzazione affinché l’utente possa ritrovarsi in un legame sociale adeguato
  • Garantire condizioni di stabilità e continuità nella vita dell’utente

CARATTERISTICHE STRUTTURALI

La soluzione abitativa considerata sarà strutturata come un vera e propria “Casa” con caratteristiche familiari e potrà accogliere n. 2 utenti, dovrà tener conto delle ridotte capacità motorie, percettive e mnemoniche degli utenti e contenere quindi gli ausili idonei per una fruizione dell’unità abitativa in sicurezza ed autonomia.

EQUIPE DI LAVORO

  • Coordinatrice del Centro “Casa Azzurra”
  • Operatori e Assistente familiare

CARATTERISTICHE ORGANIZZATIVE

La soluzione abitativa dovrà prevedere un’organizzazione che copra l’arco delle 24 ore e tutto l’anno solare.

Le risorse umane impiegate verranno definite in rapporto al numero e alle peculiarità degli utenti presenti coordinati dalla responsabile di Casa Azzurra la cui azione consiste nell'assicurare la continuità degli interventi fra le due differenti realtà.

La soluzione abitativa, situata nei pressi di Casa Azzurra, potrà avvalersi della preziosa presenza di numerosi volontari già operativi nel Centro grazie ai quali sarebbe possibile il coinvolgimento degli utenti nel progetto di gestione biblioteca “Non solo libri…lavoro e integrazione” nei pomeriggi di apertura e il sabato; sarà, inoltre, aperta ai familiari e amici per favorire l'interazione sociale e rafforzare la rete di contatti degli utenti.

In caso di necessità o esami di routine verrà attivato il servizio infermieristico domiciliare; verranno effettuate le prenotazioni e gli accompagnamenti a visite mediche programmate e esami di routine; la somministrazione delle terapie verrà effettuata da un operatore incaricato attenendosi alla procedura.

Nel caso in cui si verifichino situazioni, che a giudizio degli operatori in servizio, necessitano di un intervento tempestivo degli operatori sanitari, verranno consultati i medici curanti/guardia medica o il 118 con preavviso ai familiari dell'utente.

GIORNATA TIPO

ORE ATTIVITA'
7.00 7.30SVEGLIA E COLAZIONE
7.30 8.30PREPARAZIONE UTENTI E USCITA
16.30 18.30RIENTRO E ATTIVITA’ SVAGO
18.30 19.00PREPARAZIONE PER LA CENA
19.00 20.00CENA E RIASSETTO CUCINA
20.30 22.00RELAX E PREPARAZIONE PER LA NOTTE

Nei giorni festivi oltre alle normali attività quotidiane verranno organizzate uscite brevi di socializzazione.

GESTIONE E MANTENIMENTO DELLA CASA

Per quanto riguarda la gestione e il mantenimento della casa verrà intrapreso un percorso educativo della gestione della medesima affidando all’utente, a seconda delle proprie abilità, piccole mansioni riguardanti la cura degli ambienti e degli effetti personali:

  • lavaggio indumenti personali
  • riassetto della propria camera e degli spazi comuni
  • preparazione della tavola per il pranzo e la cena